G7 a Torino.

27 luglio 2017 in Articoli

Siamo sicuri dell’utilità di un vertice come il #G7 ?

Analizziamo per esempio il flop del G7 di #Taormina: dopo due giornate risicate di lavori dei 7 capi di stati dei Paesi più industrializzati al mondo, protetti da uno spiegamento di 10000 forze dell’ordine è emerso solo un accordo di massima ( sconosciuti i termini concreti ovviamente) solo sulla lotta al terrorismo.

In realtà i macro temi erano 4: #Terrorismo,#Migranti, Protezionismo commerciale e l’accordo sul #clima di Parigi.

I risultati sono stati i seguenti:

Flop su #immigrazione, problema chiave per l’Italia.
Ad ogni paese sarà consentito decidere la propria politica di apertura e difesa dei confini per gestire il fenomeno migratori.
In poche parole si è aperta la strada alla possibilità di alzare i muri.

Flop sul #commercio:
Qualche timida apertura americana sul protezionismo commerciale ma posizione ferma e netta sul no all’accordo sul libero scambio Tpp.

Flop sul #Clima:
Sul clima, ancora più marcate le distanze fra i paesi, il presidente americano, avendo pudore di non dire un altro no, stavolta netto, si è inventato una ‘settimana per pensarci su’…

Il tutto per un costo di 37 MILIONI DI EURO offerti gentilmente dai contribuenti.

Analizzando i fatti crediamo come #portavoce dei cittadini Rivolesi, che Torino non debba ospitare il prossimo G7.

Da sempre ci battiamo perché non venga sprecato denaro pubblico, perché non si attuino grandi opere inutili, perché non si prendano decisioni che penalizzano alcune nazioni e privilegino altre.
Vogliamo difendere la democrazia dal basso, la condivisione, il made in italy, l’ambiente, vogliamo tutelare i lavoratori e incentivare il commercio sul nostro territorio.
Questi #summit sono solo vetrine e passerelle che non portano a nulla, nessuna decisione presa per il bene dei cittadini!
Non riteniamo che sia sufficiente a giustificare un Summit con tale uso di risorse la paventata ‘ opportunità per far conoscere le bellezze locali a mo di spot da tour operator con offerta all inclusive.

Con questa analisi diciamo con fermezza che il m5s Rivoli, gli attivisti del meet up e i sei portavoce eletti in Comune esprimono contrarietà ai summit come il G7 mentre sono favorevoli ad un incontro tra i paesi “ricchi” e quelli “poveri” per dialogare e confrontarsi su ambiente, rifiuti ed energie.

#M5SRivoli #Rivoli5Stelle #MeetUpRivoli